Menu

lombardia 450x300L'Assessorato alle Attività Produttive, Ricerca e Innovazione della Regione Lombardia nel 2013 metterà a disposizione delle PMI risorse per quasi 1 mld di euro. 60 mln nei prossimi 2 mesi si tradurranno in nuove azioni volte a stimolare la nascita di nuove imprese, favorire l'aggregazione e l'internazionalizzazione, incrementare l'attrattività del territorio, sostenere la ricerca e l'innovazione.

LE LINEE DI INTERVENTO - La priorità è il lavoro, ribadiscono dalla Regione con una nota. Le linee di intervento saranno in particolare 7: nuove imprese; ricerca e innovazione; internazionalizzazione; aggregazioni e attrattività; credito; competitività; semplificazione.

NUOVE IMPRESE – Riceveranno un primo pacchetto di 25 milioni: 10 milioni per favorirne l'avvio, 10 milioni per le start up innovative e gli incubatori di impresa, mentre 5 milioni saranno conferiti al Fondo Politecnico per l'innovazione per finanziare spin-off accademici che si basano su progetti di ricerca ad alto valore tecnologico. Intanto si sta mettendo a punto un programma a favore delle start up che comprenderà anche la sperimentazione di aree a burocrazia zero.

RICERCA E INNOVAZIONE - 16,43 milioni sono dedicati a progetti di ricerca applicata e sviluppo sperimentale nell'ambito Smart cities and communities. Proseguono le azioni di sostegno a progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale volti al potenziamento di centri di competenza di rilievo regionale, iniziativa svolta in accordo con Fondazione Cariplo che riceverà 3 milioni.

INTERNAZIONALIZZAZIONE – È previsto un nuovo contributo di 5,5 milioni, 3 dedicati a programmi di partecipazione a fiere di carattere internazionale, 2 per l'affiancamento di figure esterne specializzate alle imprese che intendono affacciarsi o consolidarsi sui mercati esteri, 500 mila euro per l'incoming di buyer esteri. Sono sempre attivi il Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione e il sistema voucher internazionalizzazione.

AGGREGAZIONI E ATTRATTIVITÀ – Le aggregazioni di imprese beneficeranno di 6 milioni di euro per promuovere progetti innovativi di processo, di prodotto, di servizio e organizzazione. 13,9 milioni complessivi andranno al Fondo per l'attrattività degli investimenti (Aster) e 5 milioni andranno alla riqualificazione territoriale dell'Area Navigli (Programma integrato d'Area Navigli), in vista di Expo 2015.

CREDITO – Saranno riprogrammate le risorse sui fondi di ingegneria finanziaria, per 24 milioni, prevedendo anche il finanziamento del capitale circolante. Continua l'azione di Credito Adesso a sostegno del capitale circolante - sono ancora disponibili 298 milioni - del Fondo di rotazione per l'imprenditorialità a sostegno degli investimenti, che ha ancora 40 milioni di euro disponibili. Tra gli strumenti in fase di realizzazione: finanziamento di crediti vantati dalle imprese verso la PA (500 milioni di euro), sperimentazione di un progetto pilota di nuovi modelli di scambio che favoriscano la domanda e i consumi interni.

COMPETITIVITÀ - 3 milioni di euro andranno alla definizione di Piani di rilancio aziendale, con l’obiettivo di rilanciare le imprese in difficoltà. Sarà quindi rafforzata la Rete per l'affiancamento alle imprese in difficoltà (Raid) e saranno rifinanziati interventi a favore di imprese colpite dal sisma (con CCIAA Mantova) per 5 milioni.

SEMPLIFICAZIONE – Sarà approvato a breve dalla Giunta un percorso studiata insieme alle CCIAA, alle Associazioni di categoria e Anci, per favorire la semplificazione amministrativa.

PATTO PER LE IMPRESE – Si lavorerà ad un Patto volto a costruire un'alleanza strategica basata su un rapporto fiduciario tra istituzioni e imprenditori.

Anna Tita Gallo

GreenBiz.it

Network