Menu

soap dr bronnerUn produttore di sapone alla ricerca di una fonte etica di olio di cocco: così inizia questa storia. Ma non trova alternative e allora Dr.Bronner’s dà vita a Serendipol, nello Sri Lanka.

Il sapone di Marsiglia Dr.Bronner’s è difficile da scordare, come il dentifricio e tutti gli altri prodotti, con quel packaging colorato e la mission che di fatto ne copre tutta la superficie. Quella mission è ciò che Michael Bronner, nipote del fondatore Emanuel Bronner, descrive come bandiera aziendale. E in effetti alcuni principi chiave dominano il lavoro e i messaggi dell’azienda, come nel caso della produzione sostenibile di olio di cocco bio avviata nello Sri Lanka all’insegna del fair trade.

Nel 2006 l’azienda si è resa conto delle necessità di una fonte più etica delle sue materie prime, allo stesso tempo lo Sri Lanka tentava di rialzarsi dallo tsunami del 2004 che aveva ucciso oltre 30 mila persone.

L’intenzione della Dr. Bronner’s era inizialmente quella di rendersi utile e così, in una sorta di mossa di business benefica, ha creato una azienda gemella, la Serendipol, che si occupa di garantire furniture di olio di cocco di qualità sostenibile e, allo stesso tempo, di supportare i lavoratori e le famiglie di chi opera in quella filiera.

coccoolio

La Serendipol è diventata intanto un’azienda importante, che produce 2.600 tonnellate di olio all’anno, proveniente da 1.200 fattorie. E nei prossimi 2 anni si punta a raddoppiare questi numeri. Per la Serendipol lavorano 300 persone, con un salario adeguato e bonus annuali, giorni di malattia retribuiti, programmi scolastici per i bambini.

Inoltre, La Dr. Bronner’s ha realizzato da poco un documentario di 8 minuti sulla Serendipol e sulla sua evoluzione. Una storia di successo che può essere un modello per altri produttori di olio di cocco o per i produttori di sapone e cosmetici che ancora trascurano le condizioni in cui vivono tutti coloro che lavorano per assicurare loro le forniture necessarie.