Menu

mcdonalds frutta

McDonald's cerca di risollevare la propria immagine regalando frutta. "La frutta fa bene", ora lo dice anche la multinazionale del fast food che, mentre negli Usa è in crisi, in Italia spopola aprendo nuovi ristoranti e come sponsor di Expo 2015.

Per cercare di risollevarsi, McDonald's decide di regalare frutta a chi acquisterà un Happy Meal l'ultimo sabato di ogni mese. Si tratterebbe di un sacchetto con una mela sbucciata, una piccola porzione di frutta per ricordare alla clientela di consumarne un po' di più.

La campagna pubblicitaria "a favore della frutta" vede protagonisti quattro atleti noti soprattutto tra i giovani: la ginnasta Carlotta Ferlito, il campione di nuoto Massimiliano Rosolino, il campione di triathlon Alessandro Fabian e la campionessa di Judo Edvige Gwend.

Il messaggio sottointeso è ben chiaro: attirare di continuo la clientela verso il cibo da fast food grazie all'immagine di alcuni personaggi noti e con il contentino della frutta. Una mela sbucciata e affettata che non permette di raggiungere nemmeno il minimo indispensabile del consumo di frutta giornaliero a chi la riceverà, ma con cui la multinazionale evidentemente pensa di rendere più green la propria immagine.

I messaggi positivi incentrati su un'alimentazione più sana riusciranno a contribuire alla crescita della multinazionale in Italia?

mela mc

mele mc2

Negli Stati Uniti le sorti di McDonald's non sono per nulla rosee. È dello scorso dicembre l'annuncio del calo delle vendite persino nella patria degli hamburger. Il crollo delle vendite è del 4,6% negli Stati Uniti e del 2,2% a livello mondiale.

E mente in Italia la multinazionale si diffonde aprendo nuovi ristoranti, negli Usa i fast food di McDonald's stanno chiudendo. Almeno negli Stati Uniti, il periodo d'oro del re degli hamburger e delle patatine sembra proprio stia volgendo al termine.

Proprio negli Usa McDonald's quest'anno ha già chiuso 350 negozi ed è prevista la chiusura di altri 350 ristoranti entro la fine del 2015. La multinazionale starebbe tentando di aumentare i profitti tagliando le perdite. Le chiusure in tutto il mondo sarebbero arrivate a 32 mila fast food.

I dati relativi alla crisi si ripropongono per il primo trimestre del 2015, con un declino dell11% per i ricavi e una perdita del profitto pari al 30%. Il calo delle vendite più rapido non riguarderebbe gli Usa, ma la Cina e il Giappone, dove sono già stati chiusi fast food che non raggiungevano i risultati economici sperati.

mcdonalds usa

Ecco allora che negli ultimi anni la multinazionale ha messo in campo nel mondo diversi stratagemmi per cercare di incrementare le vendite e di attirare la clientela. La frutta in regalo in Italia è l'ultima della serie di tali strategie che fanno pensare al greenwashing.

Negli Stati Uniti tra l'altro McDonald's deve affrontare un rivale potente. Si tratta di Chipotle, sempre più votato al biologico. Questa catena di ristorazione ha appena detto addio agli ingredienti Ogm nel proprio menù servito nei fast food Usa, cosa che McDonald's non ha fatto.

Oltreoceano le vendite di McDonald's continuano a calare nonostante gli sforzi della multinazionale per cercare di risanare la propria immagine. E mentre McDonald's negli Usa sta perdendo la propria clientela, in Italia il fast food è parte preponderante della ristorazione ad Expo 2015, dove regalerà gelati ai bambini che ordineranno un Happy Meal.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network