Menu

etichettatura ogm vermontIl Vermont è il primo Stato degli Usa a richiedere l’etichettatura obbligatoria degli alimenti prodotti con il ricorso agli Ogm. Lo scorso aprile Camera e Senato hanno approvato il disegno di legge con una maggioranza schiacciante. La nuova legge non entrerà in vigore prima dei prossimi due anni, ma le aziende sono già sul piede di guerra.

Il provvedimento richiede che da luglio 2016 tutti i prodotti venduti al dettaglio dovranno essere etichettati se conterranno ingredienti geneticamente modificati. La legge vieterà anche di utilizzare la dicitura “naturale” in etichetta sui prodotti realizzati con Ogm.

L’etichettatura riguarderà principalmente i prodotti trasformati, compresi il pane e gli alimenti da forno a base di cereali. Saranno i produttori a dover assicurare che le materie prime utilizzate non contengano Ogm, per evitare l’etichettatura.

Il Governatore del Vermont, Peter Shumlin, ha firmato il disegno di legge lo scorso 8 maggio e a soli 35 giorni di distanza è stata intentata una causa contro il provvedimento da parte di Grocery Manufacturers Association, Snack Food Association, International Dairy Foods Association e National Association of Manufacturers.

Le associazioni dei produttori sostengono che per gli interessati sarebbe impossibile conformarsi ai requisiti entro il termine stabilito e che lo Stato del Vermont non può né vietare loro di descrivere i prodotti secondo le loro scelte né imporre di trasmettere informazioni che non vorrebbero rendere note.

Tra aziende e produttori si prevede uno scontro feroce, ma lo Stato del Vermont non dovrà combattere da solo. Infatti, sia i produttori biologici che gruppi di consumatori si stanno affrettando a fornire supporto legale. L’Organic Consumers Association, ad esempio, ha chiesto ai propri sostenitori di donare soldi per aiutare il nonprofit a difendere la legge del Vermont, e per spingere altri Stati ad introdurre norme analoghe.

La decisione finale dovrà determinare se gli Stati di tutto il Paese - tra cui Maine e Connecticut, che hanno approvato leggi simili durante lo scorso anno, anche se con qualche distinguo - possano essere liberi di imporre le proprie leggi in materia di etichettatura Ogm, in assenza di una leadership federale sulla questione.

Marta Albè

Leggi anche:

Ogm: in California presentata una nuova proposta per l’etichettatura

Etichettatura Ogm: ecco perchÈ i prezzi dei prodotti non aumenteranno

Etichettatura Ogm: costera' 800 dollari l’anno in piu’ alle famiglie Usa?

Etichettatura Ogm: forte opposizione dei produttori alimentari in Vermont

GreenBiz.it

Network