Menu

fusione monsanto bayer greenbiz

Bayer compra Monsanto per 66 miliardi di dollari, la fusione è confermata per un valore di 128 dollari ad azione. Si crea così un vero e proprio colosso pronto a controllare il 24% del mercato dei pesticidi e il 29% del mercato dei semi.

Inizialmente la proposta di Bayer che Monsanto nei mesi scorsi aveva rifiutato risultava pari a 122 dollari ad azione, per un totale di 62 miliardi. All’inizio dell’estate la fusione tra le due multinazionali sembrava ancora lontana, ma ecco che ora con l’arrivo dell’autunno l’accordo è stato raggiunto ufficialmente.

Secondo Bayer grazie alla fusione con Monsanto nei prossimi tre anni ci sarà una crescita dei profitti pari a 1,5 miliardi di dollari. In Germania le azioni in borsa di Bayer sono salite alle stelle in breve tempo.

Nel settore dell’agrochimica la fusione tra Bayer e Monsanto segue quella tra DowChemical e DuPont e tra Syngenta e ChemChina. Si sta formando un vero e proprio oligopolio a favore dell’agricoltura industriale e Ogm che fa tremare chi sostiene l’agricoltura biologica e la difesa della biodiversità.

Ora infatti Bayer e Monsanto controlleranno insieme la produzione di sementi, Ogm, pesticidi e erbicidi, tra i quali troviamo il RoundUp di Monsanto, l’erbicida a base di glifosato più utilizzato nel mondo e anche il più temuto dato che inquina i suoli e le acque e per via dei possibili rischi per la salute, visto che lo scorso anno lo IARC lo ha inserito tra le probabili sostanze cancerogene per l’uomo.

Le due multinazionali difficilmente troveranno grandi ostacoli per portare avanti il proprio progetto. Si resta però in attesa dell’intervento dell’Antitrust che dovrà verificare che non vengano violate le leggi della concorrenza e che non si formi un monopolio.

Bayer è convinta che la fusione con Monsanto porterà espansione e ricchezza ad entrambi i gruppi. L’impressione è che in questo modo Monsanto voglia rilanciarsi sul mercato europeo dopo il fallimento della diffusione delle coltivazioni Ogm in Ue.

Le preoccupazioni per quanto riguarda ambiente e salute sono molte ma soltanto in futuro potremo sapere quali saranno le effettive conseguenze della fusione su tutti i fronti, dal settore dell’agricoltura fino all’ambiente, alla salute e all’economia.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network