Menu

api cheerios

Continua la campagna di Cheerios a favore delle api. Un mese fa in Canada dalle confezioni dei famosi cereali è scomparsa l’immagine dell’ape per attirare l’attenzione sulla moria degli insetti impollinatori. Ora Cheerios, con General Mills, vuole piantare 3300 acri di fiori per ampliare l’habitat naturale delle api.

I fiori verranno piantati da qui al 2020 dalle aziende agricole che forniscono l’avena per la produzione degli Honey Nut Cheerios per una superficie complessiva corrispondente a 3000 campi da calcio.

Lo ha evidenziato Tom Rabaey, agronomo di General Mills, che ha partecipato a un video promozionale della campagna Cheerios per la difesa delle api. L’idea è che mettere a disposizione delle api nuovi habitat naturali possa favorire la loro sopravvivenza.

Verranno piantati fiori selvatici ricchi di nettare e di polline in un progetto che si svilupperà in collaborazione con l’Università del Minnesota e con Xerces Society, un’organizzazione che si occupa della conservazione e della protezione della fauna.

Secondo l’Intergovernmental Science-Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services, il 75% della produzione alimentare derivante dall’agricoltura nel mondo dipende dall’azione degli insetti impollinatori.

Se le api si estinguessero, per molte aziende agricole e alimentari sarebbe impossibile proseguire la produzione al ritmo e nella gamma in cui avviene oggi. Secondo il World Wildlife Fund, l’esposizione ai pesticidi, le malattie e la perdita degli habitat sono i fattori che stanno contribuendo di più alla moria delle api.

A parere degli esperti dell’Università del Minnesota che partecipano al progetto, l’idea di piantare nuovi habitat per le api sarà premiata e andrà a buon fine. Soeriamo che sia davvero così. Per saperne di più, guardate il video.