Menu

piano olivicolo nazionale xylella

Dal Ministero dell'agricoltura arrivano nuovi fondi per affrontare l'emergenza Xylella. Nuove risorse economiche per le calamità naturali in agricoltura e per il piano olivicolo. Si è concluso l'esame in commissione del Decreto legge agricoltura che stanzia risorse per la filiera del latte, per quella olivicola e per le calamità, con riferimento anche all'epidemia di Xylella fastidiosa.

Approvati in commissione anche due emendamenti presentati dalla parlamentare del Pd alla Camera Susanna Cenni. Il primo estende l'accesso alle risorse nel comparto olivicolo per iniziative tese a certificare qualità e tracciabilità ai fini della lotta anticontraffazione, e il secondo consente anche alle imprese danneggiate dalla tempesta di vento, di alcuni mesi fa di accedere, al fondo di solidarietà.

Si tratta di un piccolo ma fondamentale sostegno per tutte quelle attività vivaistiche, non solo presenti in Toscana, che alcuni mesi fa sono state colpite dal fortissimo vento. Per quanto riguarda il Piano olivicolo nazionale si è ottenuto anche l'incremento delle risorse a favore delle aziende che investono per il rilancio della filiera olivicola promuovendo la qualità dell'origine e combattendo il fenomeno della contraffazione di uno dei settori principali del Made in Italy, con una strategia di valorizzazione della funzione ambientale e paesaggistica degli uliveti.

Secondo Salvatore Capone, deputato del Partito Democratico, l'approvazione dei nuovi emendamenti dedicati all'agricoltura e al settore olivicolo,con particolare riferimento al potenziamento delle risorse destinate al rilancio dell'olivicoltura nazionale e per il sostegno alle imprese colpite dalla Xylella, "è un risultato importante e dimostra la bontà del lavoro di squadra".

L'emendamento, sottoscritto anche da Caterina Bini, Edoardo Fanucci, Raffaella Mariani, Veronica Tentori e Alessandra Terrosi, di fatto estende alle imprese colpite dal fortissimo vento di alcuni mesi fa la possibilità di accedere alle risorse stanziate nel Decreto legge 51 sul fondo di solidarietà che viene rimpinguato all'articolo 5.

"L'iniziativa del Ministro Martina torna a intervenire positivamente sul rilancio di settori strategici per l'agricoltura italiana, come l'olio e il latte, anche con risorse adeguate a favore delle imprese agricole che hanno subito danni dovuti al maltempo e alle infezioni di organismi nocivi ai vegetali, come la terribile Xylella fastidiosa" – ha dichiarato Susanna Cenni.

Per il Piano olivicolo nazionale verranno stanziati 32 milioni di euro per il triennio 2015-2017, una cifra che è stata definita come di tutto rispetto e che dimostra come il Ministero dell'Agricoltura consideri la produzione olivicola un settore rilevante per il nostro Paese, che urge ricollocare ai primi livelli del mercato internazionale, con i suoi prodotti ormai celebri come simbolo del Made in Italy, a partire dall'olio extravergine d'oliva.

Marta Albè

Fonte foto: grist.org

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network