Menu

pesticidi ttipTTIP, l'accordo commerciale transatlantico tra Europa e Stati Uniti potrebbe condurre ad un maggior impiego di pesticidi tossici e dannosi?

Gli standard di protezione dai pesticidi tossici potrebbero abbassarsi, secondo quanto comunicato da "The Center for International Environmental Law" (CIEL).

Una nuova analisi espone come l'industria dei pesticidi americana ed europea stia per utilizzare i negoziati in corso per ridurre gi standard legati all'ambiente e alla salute al fine di incrementare gli scambi commerciali di pesticidi tossici.

Secondo questa analisi, se la proposta dell'industria dei pesticidi verrà adottata, farebbe aumentare la quantità di residui di antiparassitari sui prodotti alimentari venduti ai consumatori in Europa e consentirebbe l'uso di agenti cancerogeni e di altre sostanze tossiche, pesticidi inclusi.

Ciò potrebbe interferire con gli sforzi per proteggere le api e altri impollinatori, per salvaguardale l'approvvigionamento alimentare per le generazioni future.

"Nell'utilizzo di parole come 'armonizzazionÈ e 'cooperazionÈ la proposta della industria dei pesticidi nasconde il suo vero scopo: indebolire, rallentare, o interrompere gli sforzi per proteggere le persone e il pianeta dall'esposizione a sostanze chimiche tossiche", ha spiegato il co-autore del rapporto Erica Smith. "Questo rapporto dimostra l'obiettivo del settore dei pesticidi di incrementare gli scambi, a costo di aumentare il rischio per i cittadini europei e americani".

Secondo il rapporto, la proposta CropLife e ECPA minaccia anche di bloccare l'accesso del pubblico alle informazioni cruciali per lo sviluppo di alternative non tossiche; interferire con il processo democratico usurpando l'autorità di regolamentazione degli Stati Uniti d'America e gli Stati membri dell'UE per ostacolare nel complesso la regolamentazione globale dei pesticidi.

L'Unione Europea e gli Stati Uniti non hanno svelato le proprie posizioni rispetto alle proposte CropLife e ECPA; tuttavia, un documento trapelato da parte dell'UE incorpora proposte le CropLife sulla quantità di pesticidi da autorizzare sugli alimenti.

"Nel mese di novembre, l'UE si è impegnata in un 'nuovo inizio', aumentando la trasparenza nei negoziati TTIP", ha dichiarato Baskut Tuncak, co-autore dello studio. "Tuttavia, a seguito di questo nuovo inizio, vediamo ancora che le cose vanno come al solito. Le trattative del TTIP, che si distinguono per avere un impatto sulla salute e l'ambiente per centinaia di milioni di persone in tutto l'Atlantico, sono semplicemente troppo importanti per svolgersi a porte chiuse. Abbiamo bisogno di trasparenza, abbiamo bisogno di responsabilità, e abbiamo bisogno di conoscere le posizioni dei negoziatori sui pesticidi prima che venga presentato ai legislatori un pacchetto finale, non negoziabile".

Il prossimo ciclo di negoziati TTIP è in programma a febbraio a Bruxelles.

Consulta qui la relazione del CIEL.

Marta Albè

Leggi anche:

Dagli Ogm al fracking: 10 motivi per dire stop al Trattato di Libero Scambio Usa-Ue

GreenBiz.it

Network