Menu

insetti ledUna luce LED blu per contrastare gli insetti che minacciano i raccolti in agricoltura. Potrebbe essere questa la soluzione per dire addio ai pesticidi in modo definitivo? I pesticidi pongono seri problemi di inquinamento per le acque e i terreni.

La novità arriva da uno studio condotto dalla Tohoku University, in Giappone. Lo studio è stato da poco pubblicato sulla rivista Nature e ha rivelato che per alcune specie di insetti determinate lunghezze d'onda della luce visibile sono letali.

Gli esperti sottolineano in particolare l'efficacia della luce blu con lunghezza d'onda di 467 nm, che è risultata letale quasi al 100% per la mosca della frutta. Invece, la luce ultravioletta con lunghezza d'onda di 378 nm si è rivelata letale soltanto al 40%.

Nel prossimo futuro l'utilizzo di luci con lunghezza d'onda particolare potrebbe diventare utile sia in agricoltura, per difendere i raccolti, sia nei Paesi in via di sviluppo, per proteggere la popolazione da malattie trasmesse dagli insetti come la malaria.

In entrambi gli ambiti si riuscirebbero ad evitare pesticidi e insetticidi potenzialmente dannosi sia per l'ambiente che per la salute umana. Gli effetti di questa tecnica si sono confermati utili anche per quanto riguarda le zanzare, con particolare riferimento alla zanzara metropolitana di Londra, uccisa dalla luce viola/indaco con lunghezza d'onda di 417 nm.

Inoltre, gli esperti hanno studiato gli effetti letali della luce blu in differenti lunghezze d'onda per quanto riguarda le pupe di zanzara della specie Culex pipiens molestus. Le nuove tecnologie intelligenti permetteranno all'agricoltura, in particolar modo a livello industriale, di rinunciare ai pesticidi?

Marta Albè

GreenBiz.it

Network