Menu

api general millsCascadian Farms, azienda bio del gruppo General Mills, ha lanciato una nuova campagna per salvare le api.

L’iniziativa è rivolta ai consumatori e li incoraggia a piantare fiori per attirare gli insetti impollinatori, ricrearne l’habitat e garantire loro nutrimento. La campagna Bee Freindlier richiede ai cittadini di piantare semi di fiori nativi della propria zona. La diffusione del progetto avviene soprattutto tramite internet.

L'HASTAG #BEEFRIENDLIER - Sul sito web dedicato all'iniziativa l’azienda ha inserito una sezione che include informazioni di The Xerces Society for Invertebrate Conservation, dedicata a coloro che vorrebbero trasformare il proprio giardino in un paradiso per le api. E invita gli utenti a condividere il loro impegno su Twitter o Instagram, utilizzando l'hashtag #BeeFriendlier.

Secondo gli esperti, come Marta Spivak dell’Università del Minnesota, piantare fiori per salvare le api è una strategia utile. La moria delle api non minaccia soltanto gli ecosistemi dal punto di vista ecologico, ma anche l’economia e innanzitutto l’agricoltura e la produzione alimentare, che si basano sulla presenza di insetti impollinatori.

Le api sono in pericolo a causa del Colony Collapse Disorder, un fenomeno per cui le api all’improvviso abbandonano i propri alveari. Altri fattori di rischio per le api sono pesticidi, funghi e virus. Cascadian Farm ha compiuto la prima azione di semina di fiori locali su una porzione di terreno circondata da campi coltivati secondo l’agricoltura biologica. Il noleggio di un velivolo ha consentito la semina di oltre un milione di fiori.