Menu

olio di palma india malesiaOlio di palma, quest’anno si prevede un vero e proprio record di spedizioni in India, uno dei più importanti acquirenti mondiali.

I prezzi sono in forte calo e la tassazione per le importazioni dalla Malesia è a zero. Ecco dunque che l’acquisto di olio di palma dalla Malesia diventa molto attraente per le raffinerie indiane e non solo.

Si prevede che le spedizioni in entrata possano salire a 9 milioni di tonnellate per l’anno in chiusura il 31 ottobre, dunque più delle 8 tonnellate stimate lo scorso luglio. Lo ha reso noto Dinesh Shahra, manager della maggiore società di importazione di olio di palma in India. Gli acquisti hanno raggiunto le 8,3 milioni di tonnellate tra il 2012 e il 2013, secondo i dati della Solvent Extractors’ Association.

I prezzi dell’olio di palma e dell’olio di soia sono crollati al minimo negli ultimi cinque anni. È possibile che il suo impiego non soltanto come olio industriale, ma anche come comune olio da cucina, si diffonda sempre di più nel mondo. Proprio per incrementare le spedizioni, la Malesia, che rappresenta il secondo coltivatore mondiale di palme da olio, ha deciso di azzerare la tassazione.

Si prevede che proprio per via del taglio delle tasse le importazioni di olio di palma verso l’India dalla Malesia aumentino in modo significativo, soprattutto per fare scorte. In India l’aumento della domanda di oli vegetali, compresi gli oli per uso industriale, è evidente. Quest’anno ha raggiunto le 13 mila tonnellate, la quantità più elevata di tutti i tempi. Secondo l’associazione degli estrattori, l’India ha acquistato 10,7 milioni di tonnellate di olio di palma nel 2012-2013.

I prezzi bassi dell’olio di palma spingeranno le aziende ad utilizzarlo in sostituzione dell’olio di soia e di girasole, secondo Kotak Commodity Services. Si tratta di un trend altamente preoccupante per l’ambiente, dato che la coltivazione di olio di palma è tra le maggiori cause di deforestazione, soprattutto in Malesia e Indonesia.

Alcune multinazionali si stanno impegnando nel tracciare l’olio di palma sostenibile e a cercare ingredienti alternative, ma l’azzeramento della tassazione in Malesia potrebbe portare ad un ulteriore rilancio dell’impiego e del consumo di olio di palma.

Marta Albè

Leggi anche:

Olio di palma: la Top 30 delle multinazionali che si impegnano contro la deforestazione

Olio di Palma: Pepsi coinvolta in deforestazione e schiavismo

Olio di palma: la svolta sostenibile di Dunkin ‘Donuts?

Perché le aziende del biologico utilizzano l'olio di palma?

GreenBiz.it

Network