Menu

barilla pasta in 3d

La pasta del futuro? È stampata in 3D e personalizzabile. In Italia la vedremo presto in arrivo. Le aziende stanno puntando sulle nuove tecnologie per ottenere nuovi formati di pasta sempre diversi.

Barilla nello stablimento di Parma sta progettando nuovi metodi per creare nuove forme di pasta personalizzata grazie alle stampanti in 3D. L'idea è nata grazie ad un incontro con i ricercatori olandesi del TNO, tre anni fa. I ricercatori volevano introdurre nel settore alimentare l'uso delle stampanti 3D.

La multinazionale della pasta non si è lasciata scappare l'occasione di presentare una novità nei propri stablimenti e ormai l'arrivo della pasta stampata in 3D è sempre più vicino. Infatti basta avere a disposizione un computer su cui caricare i disegni dei formati di pasta. Le informazioni vengono inviate ad una stampante 3D, che creerà la pasta secondo il modello prefissato.

In vista della novità, Barilla ha commissionato ad una start up italiana il concorso di design "Print Eat" grazie a cui sono già stati prescelti alcuni nuovi formati di pasta, tra cui rose, vortici e lune. Ora all'azienda non resta che proseguire il proprio lavoro sul progetto.

L'idea di mettere a disposizione dei ristoranti pasta fresca in formati insoliti e personalizzati potrebbe aprire un nuovo ramo di lavoro per l'aziende. Oltre ai ristoranti ci si potrebbe rivolgere alle attività commerciali che vendono pasta fresca. Senza contare che con il tempo le aziende potrebbero sviluppare stampanti per la pasta in 3D adatte all'uso domestico e dunque indirizzate direttamente ai cittadini che amano preparare la pasta fatta in casa.

lune barilla

rosa barilla

Le aziende e i ristoranti potranno avere a disposizione nuovi formati di pasta, da personalizzare anche sulla base delle richieste della clientela. L'ultimo prototipo della stampante 3D per la pasta è arrivato in questi giorni presso lo stablimento Barilla e il progetto al momento è ancora sperimentale.

Negli ultimi due anni sono stati fatti comunque dei progressi. Ora grazie al prototipo di stampante 3d si può stampare un piatto di pasta in due minuti. Gli ingredienti sono semplici ed economici, i più classici della pasta fatta in casa: semplicemente acqua e semola di grano duro.

Al concorso di design Barilla per i nuovi formati di pasta in 3D hanno partecipato 530 candidati con 216 progetti. Presto i ristoranti potranno servire piatti di pasta in formato su misura in base alle richieste della clientela?

Marta Albè

Fonte foto: engadget.com

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network