Menu

green_bankingQuando arriverà la ripresa sarà green. E a trainarla saranno le banche, ormai indirizzate come sistema verso un’economia dal volto eco-sostenibile. È questo il messaggio principale emerso dalla IV edizione dei Green Globe Banking Award, manifestazione che da diversi anni (è nata nel 2006) sottolinea l’importanza che siano le banche a dare il buon esempio con comportamenti pro-attivi che indichino al sistema economico-produttivo la strada da seguire per uscire dalla crisi. Che, manco a dirlo, è quella della green economy.

In questo senso, anche quest’anno la manifestazione, promossa da Globiz con il patrocinio del ministero dell’Ambiente e della rappresentanza a Milano della Commissione Europea, ha inteso conferire dei riconoscimenti agli istituti di credito che più si sono distinti con iniziative di green banking rivolte al territorio, alla comunità, ovviamente all’ambiente, con azioni dirette e con prodotti e soluzioni finanziarie ad hoc.

Il Green Globe Banking Award è stato assegnato al progetto “Dall'EMAS al territorio” del Credito Trevigiano, che a detta del Comitato scientifico degli award “presenta con eccezionale chiarezza la capacità della banca di creare una leadership del territorio guidando le imprese e i privati verso comportamenti eco-efficienti”.

A Intesa Sanpaolo, invece, è stato attribuito il Premio Speciale Impatti Diretti per il progetto “Gestione Integrata degli impatti diretti dell'attività bancaria in filiali e palazzi”, che il Comitato scientifico ha inteso premiare in quanto si è dimostrata “una eccellente interpretazione delle nuove opportunità che si aprono al sistema bancario con l’attenzione e la tutela dell’ambiente”.

È stato infine assegnato un premio ad honorem a , perché “con particolare riferimento all’ambito bancario, Legambiente ha sostenuto e incentivato con il suo apporto tecnico, di conoscenza e di passione verso l’ecologia lo sviluppo della filosofia di green banking di alcune delle più sensibili banche italiane, fornendo un contributo prezioso e di grande valore per la creazione di un mondo migliore”.

Durante la cerimonia di premiazione è stato anche presentato in anteprima il volume “Green Banking – il marketing bancario al di là del mercato”, di cui è autore Marco Fedeli, ideatore e fondatore della manifestazione. Un volume che si concentra soprattutto sui cosiddetti impatti indiretti dell’attività bancaria sull’ambiente: sulla capacità, cioè, che gli istituti di credito hanno, orientando le proprie politiche di finanziamento e gli investimenti, di influenzare il comportamento degli attori del sistema economico, in primis le imprese, verso uno sviluppo sempre più green.

Andrea Di Turi

www.srivoluzione.it

GreenBiz.it

Network