Menu

premio_aziendeSono state premiate presso l’Auditorium di Assolombarda a Milano le aziende vincitrici dell’ottava edizione del Sodalitas Social Award: il principale riconoscimento italiano che ogni anno viene conferito alle aziende che si sono distinte per attività legate alla sostenibilità d’impresa.

L’iniziativa, lanciata da Sodalitas, l’associazione per lo sviluppo dell'imprenditoria nel sociale, costituita nel 1995 da Assolombarda e da un gruppo di imprese e di manager, intende creare uno stretto legame tra cultura d'impresa e mondo del no-profit , incoraggiando il coinvolgimento delle imprese nel sociale. Non solo. Solidas lavora anche nella promozione di una moderna cultura aziendale basata su concetti come sviluppo sostenibile, marketing sociale e finanza etica. Tutti parametri, questi, che sono stati usati per selezionare le aziende vincitrici del premio.

Tra i progetti presentati dalle 222 imprese partecipanti al Sodalitas Social Award di quest’anno ne sono stati scelti 9, uno per ogni categoria più due menzioni speciali. Da notare che ben 80 sono stati i progetti legati al tema del risparmio energetico. Alle aziende che li hanno presentati è stato conferito lo speciale riconoscimento di “Paladini dell’Ambiente”. Tra questi troviamo nomi di spicco di tutti i settori come: Accenture, Ariston, Barilla, Coca-Cola HBC Italia, Indesit, Intesa San Paolo, Italcementi, McDonald’s Development Italy, Nestlè Italiana, Peugeot Automobili Italia, Roche e Roche Diagnostics,Telecom Italia, Vodafone, Unicredit, Wind e molte altre.

Per quanto riguarda la categoria n. 2 “Migliore iniziativa di sostenibilità”, il premio è andato a Serint Group Italia, società di consulenza e servizi per le aziende, per il progetto di eco-ufficio “L’Eco: meglio farlo che ascoltarlo”. L’iniziativa è finalizzata a sensibilizzare dipendenti e stakeholder sul tema della sostenibilità, rendendola pratica di tutti i giorni nei propri uffici. Serint ha messo in atto alcune azioni concrete tra cui: la raccolta differenziata, l’installazione di diffusori in tutti i rubinetti dell’ufficio, l’utilizzo di pile ricaricabili e toner rigenerati, la creazione di un decalogo interno di azioni e comportamenti richiesti e suggeriti, l’individuazione di un “tutor aziendale” interno che si preoccupi della diffusione di tutte le attività del decalogo . L’iniziativa di Eco-Ufficio ha permesso il raggiungimento di ottimi risultati, come il 100% della raccolta differenziata in ecobox per toner e cartucce, il 30% della raccolta differenziata di carta, cartoni in ufficio e plastica, il 100% di diffusori nei rubinetti presenti nell’ufficio, con un risparmio d’acqua tra il 25% ed il 50%. E ancora: il 100% di temporizzatori per lo spegnimento automatico delle luci e il 100% di utilizzo di pile ricaricabili.

Alcantara, azienda produttrice dell’omonimo materiale, è risultata invece vincitrice della categoria n. 4 “Premio per la migliore campagna di Marketing Sostenibile e CRM” con “Carbon Footprint Azzerato – produzione sostenibile”. Il progetto di Alcantara riguarda la messa a punto di un prodotto realizzato seguendo i principi della “Carbon Neutrality” dalla realizzazione delle materie prime fino al momento della presentazione sul mercato. Lo strumento utilizzato è stata l’analisi del ciclo di vita dell’intero processo produttivo in termini di analisi della CO2 generata. L’azienda ha ottenuto, prima in Europa, la certificazione “Carbon Neutral”, avendo ridotto del 49% dal 2009, con l’utilizzo di fonti rinnovabili, le emissioni di CO2 derivanti dall’intero processo produttivo (la riduzione arriva al 79% se calcolata dal 1993). Il residuo è stato compensato finanziando progetti internazionali legati alle energie rinnovabili e validati dall’Onu. Inoltre tutti i passaggi sono stati certificati dal TUV, ente certificatore tedesco riconosciuto a livello internazionale.

Paola Valeri

GreenBiz.it

Network