Menu

green pride2Il Green Pride, giunto alla IV edizione, è un appuntamento annuale, promosso dalla Fondazione UniVerde, con l'intento di valorizzare e conferire un riconoscimento alle best practice di Green Economy ovvero alle Istituzioni e
agli Enti locali virtuosi, alle imprese, alle associazioni ma anche ai singoli individui impegnati nella riconversione ecologica della società e dell'economia.

Si tratta di un'iniziativa che vuole far conoscere e sostenere le realtà che stanno dando un contributo concreto per uscire dalla crisi del "vecchio" modello economico basato sui combustibili fossili e per creare nuova occupazione (green jobs) e una migliore qualità della vita.

Il Green Pride Toscana si è tenuto oggi a Firenze, presso il Comando regionale del Corpo Forestale dello Stato, in collaborazione con il gruppo Terna. L'evento si è aperto con i saluti di Giuseppe Vadalà (neo Comandante regionale del CfS). Sono seguiti interventi di Gianni Salvadori (Assessore regionale all'Agricoltura), Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente della Fondazione UniVerde), Orazio Ciancio (Presidente dell'Accademia Italiana di Scienze Forestali), Adel Motawi (Responsabile Autorizzazioni e Concertazione di Terna Rete Italia) e Gian Paolo Cesaretti (Ordinario dell'Accademia dei Georgofili).

Per Alfonso Pecoraro Scanio: "La moltiplicazione e la tenacia di imprese, associazioni e professionisti impegnati nell'economia verde e la lungimiranza di alcuni enti pubblici, nonostante le grandi difficoltà dovute al perdurare della crisi economico-finanziaria, devono servire da stimolo all'innovazione. Questa iniziativa – continua l'ex Ministro dell'Ambiente - serve a diffondere la conoscenza e a sostenere tutte le realtà che si impegnano a favorire una riconversione ecologica dell'economia e della società e con essa ad uscire dalla crisi creando con nuova occupazione e una migliore qu alità della vita".

Di seguito i sei Green Pride Toscana che sono stati assegnati dalla Fondazione UniVerde, tra cui due premi speciali Terna ai comuni di Calenzano e di Scandicci che sono stati ritirati dai rispettivi sindaci:

1) All'Ente Parco Regionale di Migliarino, S. Rossore, Massaciuccoli per l'innovativa produzione e l'alta qualità del miele di spiaggia biologico.

2) Ad Averaldo Farri per il costante impegno profuso per sostenere l'innovazione tecnologica nel settore delle energie rinnovabili e per i concreti obiettivi raggiunti.

green pride

3) Alla Country House Torre dei Belforti quale esempio di eccellenza nel turismo sostenibile e per i meravigliosi interni, un esempio unico di moderno design in un contesto medievale.

4) All'Hotel NH Porta Rossa per l'eccellente lavoro di restauro, di uno dei più antichi hotel d'Europa, con interventi mirati alla sostenibilità e per l'uso di tecnologia ad alta efficienza. La struttura ha avuto la certificazione ISO14001 per il rispetto ambientale.

5) Al Comune di Calenzano va il Premio Speciale Terna in quanto l'Amministrazione ha collaborato, in maniera sempre costruttiva, alla localizzazione dell'opera di sviluppo e alla definizione delle opere di razionalizzazione sul territorio. Durante la fase autorizzativa dell'intervento ha operato un'importantissima attività di sollecito nei confronti del Ministero appoggiando le scelte progettuali condivise con Terna. Il Comune ha sempre dialogato con Terna anche al fine di ottimizzare lo sviluppo urbanistico della città con il futuro sviluppo della rete, armonizzando i progetti previsti con l'assetto di rete, in modo da non determinare criticità nel futuro.

6) Al Comune di Scandicci va il Premio Speciale Terna in quanto l'Amministrazione ha collaborato al fine di condividere le opere di sviluppo e gli interventi di dismissione della rete elettrica esistente. Nel corso dell'iter autorizzativo ha sempre rispettato impegni e tempistiche ed ha collaborato al fine di snellire l'avanzamento del cantiere nei Comuni limitrofi. Il comune si è reso disponibile ad ospitare i sostegni Foster, esempio di innovazione e tecnologia.

GreenBiz.it

Network