Menu

2014 awardsPartire da soluzioni sostenibili per rilanciare il settore energetico dei paesi in via di sviluppo.

È l'obiettivo degli Ashden Awards 2014, i premi dedicati proprio ai migliori progetti legati alla sostenibilità energetica. Gli Ashden Awards si svolgono ogni anno e riconoscono gli sforzi delle aziende per la riduzione delle emissioni di CO2 e il rispetto per l'ambiente.

Quest'anno i finalisti sono stati annunciati prima della cerimonia di premiazione, che si terrà il 22 maggio a Londra.

Ecco cosa propongono i 10 finalisti della categoria 'International':

1) Sustainable Green Fuel Enterprise (SGFE), Cambogia

1. SGFE

Tale progetto consiste nel trasformare i gusci del cocco e altri rifiuti in bricchette a combustione da utilizzare come combustibile per cucinare nelle case e nei ristoranti di Phnom Penh. La maggior parte dei cambogiani cuoco con carbone derivato dalla legna, che contribuisce alla dilagante deforestazione e all'inquinamento atmosferico del paese. Ecco dunque un'alternativa economica e pulita.

2) Rajasthan Horticulture Development Society, India

2. Rajasthan

Gli agricoltori nello stato desertico del Rajasthan stanno assistendo al ritorno dei loro figli dalle città per lavorare nelle loro aziende agricole, grazie ad un nuovo boom legato all'energia solare. La ridotta disponibilità di energia elettrica e acqua ha messo a dura prova la vita degli agricoltori, costretti a lavorare solo durante il monsone. Ma Rajasthan ha una risorsa gratuita e infinitamente disponibile: il sole. E la Rajasthan Horticulture Development Societ ha fornito a più di 10.000 agricoltori nuove pompe ad acqua fotovoltaiche. Combinandole con irrigazione a goccia e con altre tecnologie per ridurre l'uso dell'acqua, ciò sta garantendo la coltivazione tutto l'anno, con redditi degli agricoltori più che raddoppiati.

3) Mera Gao Power, India

3. Mera

Soddisfare le esigenze di alcune delle aree più povere in India con l'uso pionieristico di micro reti commerciali. Vaste distese dell'India rurale si trovano al di fuori della portata della rete elettrica nazionale. Per questo motivo, a maggior parte delle famiglie povere è al buio, non riuscendo anche a permettersi le più economiche lanterne solari. Ma Mera Gao Power ha trovato una soluzione: la creazione di 'micro grigliÈ alimentate a energia solare che stanno illuminando lo stato, un villaggio alla volta. Ogni sistema è facile da installare e offre sette ore di luce e la carica per i telefoni cellulari ad un massimo di 32 case alla volta. Per le 20.000 famiglie che ne hanno già beneficiato, questo significa più tempo per studiare, lavorare e socializzare. E con pagamenti settimanali di soli 25 pence, l'elettricità è ancora più conveniente rispetto al kerosene.

4) Infosys, India

4. Infosys

Cresce l'economia in India, ma cresce anche il fabbisogno energetico. Per questo la socità IT Infosys sta cercando una strada più sostenibile per la crescita, riducendo il consumo di energia elettrica per ogni membro del personale del 44%. Il successo sta nel cogliere ogni occasione per ridurre il consumo energetico negli edifici esistenti - dalla riduzione delle dimensioni degli impianti di refrigerazione per l'aria condizionata ai tetti dipinti bianco per riflettere il calore. Design all'avanguardia dei nuovi edifici aiuta anche a mantenere gli uffici più freschi e a massimizzare la luce naturale. Il risultato? Un risparmio di 80 milioni dollari sulle sue bollette energetiche.

5) Off.Grid:Electric, Tanzania

5. Off.Grid

L'Africa orientale si sta rivelando sempre di più una fucina di soluzioni sostenibili per soddisfare le esigenze energetiche dei più poveri. Il “denaro mobile”, ovvero il metodo di pagamento tramite smartphone, è sempre più utilizzato. Off.Grid: Electric si sta rivelando sempre di più il leader del settore, vendendo l'energia solare come servizio giornaliero ad un prezzo accessibile.

6) SimGas, Tanzania

6. SimGas

I fratelli Sanne e Mirik Castro hanno ideato un modo per riutilizzare il letame, inserendolo in un impianto di biogas. In questo modo, è possibile aiutare chi alleva grandi quantità di animali a gestire il letame e a produrre gas pulito per cucinare invece del carbone. Per farlo e per mettere a disposizione di tutti in poco tempo gli impianti a biogas, hanno installato la più grande macchina di stampaggio ad iniezione plastica dell'Africa orientale, creando il potenziale per estendere il biogas in tutta l'Africa orientale.

7) Kéré Architecture, Burkina Faso

7. Kéré Architecture

Le temperature nella stagione calda del Burkina Faso spesso salgono a 40 gradi all'ombra. L'rchitetto Francis Kéré lo sa bene visto che è originario di un villaggio del paese. Dopo aver studiato in una scuola di architettura in Germania, Kéré ha progettato e costruito una scuola che, con un tetto ventilato e altre caratteristiche di design intelligente, offre un ambiente molto più fresco ai bambini, al posto della vecchia scuola crollata. L'edificio è stato costruito dalla popolazione locale utilizzando in gran parte materiali locali.

8) Greenway Grameen, India

8. Greenway Grameen

Migliorare la vita delle donne indiane. È questo il proposito di Greenway Grameen, capace di fornire loro un fornello speciale che non utilizza più legno e sterco. Un vero successo per la loro sicurezza e per l'ambiente.

9) Sakhi Unique Rural Enterprise (SURE), India

9. Sure

Una forte rete di donne imprenditrici nel centro di Maharashtra, in India, ha avviato la vendita di prodotti legati all'energia pulita e all'eco-sostenibilità come lanterne fotovoltaiche e pentole ecologiche.

10) Proximity Designs, Myanmar

10. Proximity

Una pompa a pedale per l'irrigazione solare e altri tecnologie di agricoltura sostenibile stanno prendendo campo per la prima volta a Myanmar. Tirare l'acqua dai pozzi e portarla nei campi per l'irrigazione è una grossa fatica per gli agricoltori, soprattutto in termini di tempo di lavoro. Combinate alla tecnologia di irrigazione a risparmio d'acqua a goccia, le pompe a pedale permettono di tirar su l'acqua dai pozzi aumentando notevolmente le rese e i redditi dei contadini. Non solo a pedali. Proximity Designs sta lavorando allo sviluppo di pompe ad energia solare. Fino ad oggi, 90.000 famiglie ne hanno già beneficiato.

Francesca Mancuso

LEGGI ANCHE:

Baker Cookstove: la stufa che migliora la vita delle donne dei Paesi in via di Sviluppo (video)

Rinnovabili: come emancipare le donne dei Paesi in via di sviluppo

Beehive: il trattore per i Paesi in via di sviluppo che produce energia elettrica

CSR: qual è il suo impatto in Nord Africa e Medio Oriente? (infografica)

GreenBiz.it

Network