Menu

fotovoltaico concentrazione boom in arrivoIl 2015 potrebbe vedere nuovi investimenti per il fotovoltaico. I capitali potranno portare una ventata d'aria fresca non solo tra i produttori ma anche tra i fornitori di componenti a partire dal prossimo anno, visto anche che nel 2014 la domanda mondiale salirà a 49GW.

A rivelarlo, la nuova analisi trimestrale di NPD Solarbuzz, secondo cui la spesa per le attrezzature legate al fotovoltaico potrebbe addirittura raggiungere i 10 miliardi di dollari di fatturato nel 2017.

Dopo aver toccato il fondo si risale. Nel corso del 2012 e il 2013, i fornitori di sistemi fotovoltaici sono stati costretti a confrontarsi con la recessione più acuta che abbia mai colpito il settore, stando a quanto sostiene Finlay Colville, vice presidente di NPD Solarbuzz. Il calo, com'è facilmente intuibile, è stato causato da un forte eccesso di capacità che ha rimodellato l'intera industria del fotovoltaico nel 2012 e che ha portato ad uno stop alla spesa dei produttori nel corso del 2013.

Per il 2013, le componenti legate al fotovoltaico dai wafer alle celle, dai moduli ai film, sono scese al minimo storico, da otto anni a questa parte: appena 1,73 miliardi dollari spesi. Questo calo è in netto contrasto con il precedente picco ciclico di circa 13 miliardi dollari registrato nel 2011.

Nel corso dei prossimi sei mesi, tuttavia, la domanda del mercato fotovoltaico raggiungerà i 45 gigawatt (GW) di capacità effettiva, e questo segnerà la fine ufficiale della recessione biennale. La prossima fase di crescita importante per i fornitori di apparecchiature fotovoltaiche si avrà dunque a partire dal 2015 e sarà trainata principalmente dai maggiori produttori di fotovoltaico.

solarpv

Inoltre, i futuri ampliamenti di capacità di produzione fotovoltaica potrebbero essere quantificabili attorno ad 1 GW. Tra le novità, i pannelli a film sottile, che secondo Colville potrebbero dare nuovo impulso agli investimenti, soprattutto in Medio Oriente e America Latina, le regioni emergenti che stanno cercano di entrare nell'arena di produzione fotovoltaica e di distinguersi dai prodotti in silicio cristallino realizzati in Asia.

Francesca Mancuso

LEGGI ANCHE

Fotovoltaico 2014: Solarbuzz prevede 45-55 GW di domanda

Fotovoltaico 2014: IHS smentisce Solarbuzz. Domanda a 42 GW

Fotovoltaico: nel 2014 la domanda mondiale salirà a 49GW

GreenBiz.it

Network