Menu

inverter fv ihs 44 gw 2014L'ultimo report di IHS prevede una crescita delle vendite di inverter per fotovoltaico per il 2014, anno in cui si toccheranno i 41 GW. Buoni anche i dati del 2013.

Nel suo "PV Inverters - World – Q4'13 Premium Update", pubblicato ieri, la società d'analisi dei mercati IHS tira un consuntivo delle vendite globali di inverter fotovoltaici nell'ultimo trimestre del 2013 e fa le prime previsioni per il 2014. Dati buoni: se nel terzo trimestre 2013 sono stati venduti 9,9 GW di inverter, in quest'ultimo se ne venderanno oltre 10 GW.

A livello globale sono Cina e Giappone a stimolare la domanda, raggiungendo anche nella seconda metà di quest'anno numeri record. Tuttavia, a fronte di vendite in crescita, scendono leggermente i ricavi: 3,5 biliardi di dollari pari a -1% rispetto all'anno scorso. Questo è dovuto al crollo (-17%) del prezzo di vendita degli inverter rispetto al 2012. Ma, spiega IHS, i prezzi variano molto da regione a regione.

Ma di quanto crescono le vendite di inverter nel 2013? Nella seconda metà hanno toccato i 20,8 GW, con un incremento del 21% rispetto allo stesso periodo del 2012. Ben il 64% di questo incremento dipende da Cina e Giappone mentre Europa, Medio Oriente e Africa hanno numeri ben diversi: -31%. Segno che il mercato si è spostato a est, tanto che le vecchie regine (Germania e Italia) ormai sono molto più marginali rispetto agli anni passati.

In Giappone, invece, si registrano i prezzi maggiori degli inverter e ciò porta il paese asiatico ad essere uno dei mercati più interessanti per i produttori. Un mercato che vale 1,7 miliardi e presenta anche molti attori locali che ora si affacciano anche sui mercati internazionali. Ma ciò non vuol dire che i produttori storici siano già stati sconfitti: SMA e PowerOne restano ancora i due maggiori produttori di inveret al mondo e manterranno le posizioni anche a fine del quarto trimestre, pur perdendo quote di mercato. Un mercato che, secondo IHS, nel 2014 ammonterà a 41 GW.

Peppe Croce

LEGGI anche:

Fotovoltaico in India: un inverter su cinque è italiano (INFOGRAFICA)

GreenBiz.it

Network