Menu

scuola medolla200 moduli per un impianto fotovoltaico sul tetto di una scuola a Medolla, una delle città più colpite dal terremoto che ha colpito la regione Emilia Romagna nel maggio 2012. Li ha donati JinkoSolar, azienda leader mondiale del fotovoltaico, che ha collaborato al progetto organizzato dalla Onlus ROCK NO WAR!, associazione di volontariato attiva da numerosi anni sul fronte della solidarietà internazionale.

La cerimonia del taglio del nastro per questo nuovo edificio antisismico si è svolta lo scorso 23 marzo. La scuola è dotata di tutti i dispositivi di ultima generazione di risparmio energetico e tutto il surplus di energia prodotta dall'impianto verrà utilizzata dalle comunità circostanti per i prossimi 20 anni. Il progetto prevede di ridurre le emissioni di CO2 fino a 210 tonnellate all'anno. "È per sostenere le comunità che hanno a loro volta reso possibile la crescita di Jinko in tutto il mondo che progetti di questo tipo sono importanti: ci permettono di restituire alla società un po' di quel che ci viene dato", ha dichiarato Arturo Herrero di JinkoSolar.

''L'energia solare è un investimento molto importante per le scuole, in quanto introduce una fonte di energia a lungo termine, riduce le emissioni di CO2 e fa conoscere il mondo delle rinnovabili ai bambini. Siamo grati al JinkoSolar per la donazione di questi pannelli solari, che ci permette di promuovere l'energia verde", ha dichiarato Giorgio Amadessi, Presidente di Rock No War.

rock no war

Anche Sputnik Engineering AG, produttore svizzero di inverter collegati in rete, ha partecipato, donando 3 inverter del modello SolarMax 15MT2 per la realizzazione di un impianto da 50kWp per la produzione di energia fotovoltaica. "Abbiamo accolto con entusiasmo la richiesta di ROCK NO WAR di essere partner in questo lodevole progetto e deciso fin da subito di donare i nostri prodotti. Con questo ci siamo uniti alle tante aziende che hanno offerto il loro contributo nel processo di ricostruzione del territorio, offrendo supporto alle autorità locali nella volontà di dotarsi di tecnologie 'green' basate su tecnologie innovative", conclude Raffaele Salutari, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Sputnik Engineering Italia.