Menu

fotovoltaico genericoAlimentare il trattamento delle acque reflue con pannelli solari.

È quello che succederà nella cittadina di Harlingen, in Texas, dove le acque verranno depurate grazie a due impianti ad energia solare che faranno risparmiare alle tasche degli abitanti e dell’amministrazione locale ben 140.000 dollari ogni anno in termini di costi di energia elettrica necessaria al funzionamento dell’impianto.

I 1.148 pannelli solari, da 230 watt ciascuno, installati sull’impianto di trattamento delle acque della South Rabb Road produrranno un totale di circa 296 kilowatt, ha spiegato Alex Petrovich della Meridian Solar, società con base ad Austin che si è occupata della costruzione dei due impianti solari, mentre un totale di 1.120 pannelli alimenteranno l'impianto di Dodd Lane, con circa 288 kilowatt. Il City Manager Sunny Philip ha spiegato come ogni impianto avrà la capacità di produrre 380 kilowatt-ora di elettricità.

I pannelli solari degli impianti di trattamento dell'acqua produrranno, quindi, un surplus di potenza durante il giorno: se l'energia in eccesso non viene utilizzata altrove dalla città, si potrebbe pensare di reinserirla nella rete elettrica e la città avrebbe diritto a ricevere un assegno dall’American Electric Power Co., ha aggiunto Philip. Comunque, anche in una giornata nuvolosa la produzione di energia pulita basterà a soddisfare dal 50 al 75% il fabbisogno degli impianti.

I finanziamenti per questo progetto provenivano da fondi federali e il costo di ogni impianto è stato di 900.000 dollari, per un totale di 1,8 milioni di dollari, precisa la società costruttrice.

La città ha dovuto pagare solo il 25% del costo della concessione del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, arrivando a spendere 225 mila dollari per ogni impianto, 450.000 dollari in totale. I pannelli solari sono garantiti dal costruttore per 10 anni, anche se sono coperti in vetro temperato, e quindi abbastanza resistenti persino alla grandine.

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network