Menu

INCHIOSTROFV 450PV Nano Cell ha annunciato di voler entrare nel mercato del fotovoltaico Usa con Sicrys, i suoi inchiostri in argento e rame, capaci di ridurre il costo della produzione di celle solari grazie ad un processo di produzione sostenibile che non genera rifiuti pericolosi.

IMPERATIVO: ABBATTERE I COSTI - Gli inchiostri fotovoltaici - inchiostri conduttivi – sono utilizzati nella produzione delle celle solari, non è una novità. Queste sono infatti stampate con griglie che catturano l’elettricità e, negli ultimi anni, si lavora per rintracciare soluzioni che consentano di aumentare l’efficienza riducendo i costi.

È l’imperativo per tutti, mentre dall’altro lato si cerca anche di trovare nuovi metodi di produzione, che la rendano anche sostenibile. La stampa è una delle fasi sulle quali peraltro ci si concentra maggiormente per generare innovazione che conduca dritta al risparmio.

LA SCOMMESSA DELLA PV NANO CELL -Il costo del solare è crollato, ma deve scendere ancora di più perché possa rappresentare una parte significativa nel mix energetico Usa. Siamo convinti che Sicrys, il nostro inchiostro, possa contribuire significativamente ad abbattere i costi e a migliorare l’efficienza dei pannelli”, ha dichiarato Fernando de la Vega, fondatore e CEO di PV Nano Cell.

In sostanza, Sicrys promette di abbattere i costi perché si può usare con una stampa a getto d’inchiostro che non richiede contatto con la cella, quindi si riduce il rischio di rottura e anche la produzione di rifiuti in silicio. Inoltre, permetterebbe l’utilizzo di wafer più sottili, altro modo di risparmiare silicio, che alla fine rappresenta il 75% del costo totale di una cella. Inoltre, considerando che il materiale più costoso nella produzione di celle è l’argento, questa tecnica consentirebbe una riduzione del consumo del 70%.

Oltre che in argento, che sono poi una sorta di standard nell’industria del solare, la PV Nano Cell ha sviluppato il primo inchiostro per stampa a getto in rame, che naturalmente presenta vantaggi ulteriori in termini di costi, trattandosi di un metallo ancora meno costoso.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Fotovoltaico spray: il futuro per pannelli low-cost?

Fotovoltaico spray più economico con fosforo e zinco

Fotovoltaico stampabile: l’inchiostro solare per finestre e cellulari

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network