Menu

kids-solarIl sole illuminerà gli asili veneti grazie al crowdfunding. FISM ( Federazione Italiana Scuole Materne) Treviso e il Gruppo ENERGYKA, multinazionale del fotovoltaico con base a Montebelluna, hanno sottoscritto un accordo triennale per alimentare le scuole materne del Veneto con pannelli solari ad alta efficienza.

L’accordo prevede l’iniziale coinvolgimento di 226 istituti e di circa 18 mila famiglie, ma verrà presto esteso a tutte le oltre mille scuole FISM della regione: azienda e Federazione si sono trovate in perfetta sintonia nella scelta di puntare all’innovazione energetica negli edifici scolastici, utilizzando tecnologie fotovoltaiche sostenibili ed efficienti e promuovendo una "rivoluzione culturale dal basso", con il coinvolgimento diretto delle famiglie e il ricorso a forme di finanziamento collettivo e partecipato, come il crowdfunding.

"La nostra azienda oggi è una realtà internazionale, con sedi in Italia, Brasile, Marocco” – ha spiegato Rolando Rostolis, socio di riferimento di ENERGYKA – “ma ha le sue radici qui, per questo abbiamo sentito la necessità di fare la nostra parte mettendo a disposizione di centinaia di scuole in Veneto le tecnologie più avanzate al mondo in campo di fotovoltaico ad un prezzo di costo."

L’azienda si impegna a realizzare un progetto specifico per ogni edificio scolastico, mettendo in campo la tecnologia PROMETEA, una nuova generazione di fotovoltaico flessibile, calpestabile, ultraleggero e del tutto ecocompatibile, in quanto non contiene metalli pesanti come cadmio e piombo. Si tratta di pannelli che si integrano all’architettura, “vestendo” i tetti come una guaina, senza necessità di sovrastrutture portanti, e che quindi risultano particolarmente indicati per essere impiegati in edifici già esistenti.

Green, leggero e molto flessibile a tal punto da adattarsi a qualsiasi forma architettonica, è stato progettato e prodotto in collaborazione con la taiwanese Hulket (Hulk Energy Tecnology). Le due aziende dichiarano di essere i primi al mondo ad aver dato vita ad un pannello fotovoltaico con queste caratteristiche pronto a sensibilizzare ingegneri, architetti e designer, i quali potranno integrarlo in tutti i progetti, dal più semplice al più ingegnoso.

energyka

Abbiamo pensato a diverse formule di finanziamento.” – ha aggiunto Rostolis“Un crowdfounding al 100% del costo, con un immediato sconto sul costo della bolletta e un ammortamento entro 5 anni, dopodichè la scuola sarà autonoma sotto il profilo energetico. Sarà possibile anche un finanziamento all’80% prolungando i tempi di ammortamento.”

Per educare un bambino serve un intero villaggio: questo è stato il messaggio che Papa Francesco a rivolto al mondo della scuola in questo 2014. E noi di FISM” – ha spiegato Stefano Grando, Presidente della federazione di Treviso – “siamo impegnati a portarlo avanti coinvolgendo famiglie, scuola, istituzioni ma anche aziende del territorio che credono davvero alla responsabilità sociale dell’impresa, come sta dimostrando ENERGYKA.

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche

Il fotovoltaico a scuola: da' energia a 2,7 mln di studenti negli Usa

JinkoSolar dona 200 moduli fotovoltaici alla scuola terremotata di Medolla

Fotovoltaico e sistemi di accumulo: un container per illuminare le scuole dell'Indonesia

Edilizia pubblica: più efficienza energetica nelle scuole con l’illuminazione smart

GreenBiz.it

Network