Menu

Guarcino-impianto È stato inaugurato a Guarcino, in provincia di Frosinone, un impianto di cogenerazione da biomasse vegetali (olio di palma). L’impianto si trova nel complesso produttivo delle Cartiere di Guarcino ed è controllato dalla società BEG, controllata al 50% dal Gruppo Valentini, 25% Azienda Elettrica Ticinese (azienda di utility Svizzera) e 25% Laborex società di sviluppo per produzioni di energia. L’investimento complessivo è stato di 22.000.000 di euro. I tre motori endotermici Wartsila tipo 16 V32 ed i tre generatori di vapore consentiranno di produrre complessivamente 20,6MW elettrici e 7,7MW termici (10.5 tonnellate/h di vapore), una produzione energetica importante che oltre a compensare totalmente il fabbisogno energetico delle Cartiere di Guarcino renderà disponibile in rete più di 11 MW elettrici.

Questa iniziativa, abbinata a un ulteriore investimento da parte del Gruppo Valentini per 7 milioni di euro, consentirà l’avvio della seconda linea di produzione di carte destinate alla decorazione, che porterà la capacità produttiva a 55.000 tonnellate di carta con un incremento occupazionale di circa 40 unità.

L’impianto di produzione di energia verde è in linea con il trattato di Kyoto il quale prevede la riduzione dell’emissione in atmosfera della CO2 proveniente da combustibili fossili (carbone, gasolio, benzine, gas metano). I motogeneratori saranno alimentati ad olio di palma e/o altri oli vegetali, biomasse e quindi fonti rinnovabili, di conseguenza l’utilizzo non provoca aumento di CO2 in atmosfera, principale responsabile dell’effetto serra. Le Cartiere di Guarcino oggi a pieno regime consumerebbero dodici milioni di metri cubi di gas metano e sessanta milioni di chilowattora di energia elettrica, emettendo in atmosfera circa ventiquattromila tonnellate di CO2 da combustibile fossile. Con l’avviamento dell’impianto di cogenerazione essa potrà ridurre l’emissioni di CO2 proveniente da combustibile fossile del 70% .

Il nuovo impianto nasce dalle ceneri della vecchia fabbrica, nata cinquant’anni fa e da vent’anni focalizzata sulla produzione di carta decorativa per mobili. Dopo la metà degli anni novanta ha attraversato una profonda crisi che nel 2001 ha portato a una procedura di amministrazione straordinaria, conclusasi con la cessione del complesso industriale al Gruppo Valentini, attraverso la controllata Cartiere di Guarcino. Il complesso di Guarcino è il primo del suo genere a rifornire una cartiera con energia elettrica, vapore e acqua calda interamente prodotte mediante oli vegetali.

Redazione GreenBiz.it

 

GreenBiz.it

Network