Menu

nocienergia

Si chiama Dixon Ridge Farms e produce noci in California. Ma non solo. Produce anche energia elettrica e calore sfruttandone gli scarti. Così un imprenditore agricolo, Russ Lester, proprietario dell'azienda, ha scelto di rendere più green la sua coltivazione di noci.

La Dixon Ridge Farm produce attraverso il biologico ma sfrutta anche un modello di conservazione dell'acqua. Tuttavia, l'essiccazione delle noci prima dell'immissione sul mercato richiede grandi quantità di energia. Così Lester ha cercato di escogitare una soluzione che rendesse più sostenibile la propria attività.

E non è andato molto distante, trovando la soluzione proprio nelle noci. Anzi nei loro gusci.Abbiamo tutti questi gusci, un sottoprodotto della noce, che sono davvero una buona fonte di energia, facilmente trasformabile in elettricità pulita e calore”.

Con l'aiuto da parte dello Stato, Lester ha affittato un generatore "bio-max", in grado di trasformare in gusci di noce in biogas. Oggi, con due generatori, la Dixon Ridge Farm riesce a produrre più energia di quella di cui ha bisogno e a immettere in rete l'elettricità in eccesso.

Il calore degli impianti di essiccazione viene riutilizzato per ridurre il consumo di propano del 40% durante il processo di asciugatura delle noci.

Possiamo usare questa energia per alimentare il nostro impianto di essiccazione in autunno, generare elettricità e riscaldare i nostri edifici durante l'inverno, producendo circa 643.000 kWh all'anno, pari a 102 mila dollari del valore di energia elettrica l'anno e 24 mila dollari di gas usato nelle nostre asciugatriciha spiegato Lester.