Menu

immagineEnergia dalle onde del mare, integrare i nuovi sistemi per la produzione energetica sarà semplice ed economico. I costi reggono bene il confronto con altre fonti di energia. Lo suggerisce una nuova analisi sui sistemi di energia delle onde condotta nel nord-ovest del Pacifico.

Questo sistema dovrebbe essere stabile, affidabile e in grado di essere integrato nella rete energetica globale, con costi inferiori rispetto ad altre forme di energia alternativa, come l'energia eolica.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Renewable Energy e confermano ciò che gli scienziati avevano previsto, cioè che l'energia delle onde avrà meno problemi di variabilità rispetto ad altre fonti alternative.

La variabilità delle fonti energetiche alternative è uno dei fattori principali che frena il loro utilizzo. Se il vento o l'energia solare diminuiscono o variano ampiamente, per quanto riguarda le onde la variabilità sarebbe inferiore.

La sfida è ora quella di integrare la nuova forma di energia con altre fonti rinnovabili, secondo Ted Brekken, esperto della Oregon State University. Le spese per l'integrazione dell'energia ricavata dalle onde sarebbero inferiori del 10% rispetto all'energia eolica.

Al momento l'energia dalle onde non viene prodotta a livello commerciale nel nord-ovest del Pacifico, ma gli esperti ritengono che il suo potenziale per il futuro sia significativo e che i costi dovrebbero abbassarsi con lo sviluppo di più sistemi tecnologici.

Secondo lo studio in questione, l'ipotetica aggiunta di 500 megawatt di potenza nella regione del nord-ovest del Pacifico grazie all'energia ricavata dalle onde entro il 2025 sarebbe paragonabile alla costruzione di 5 nuovi grandi parchi eolici.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network