Menu

samsungGli studiosi coreani del Samsung Advanced Institute of Technology sono ottimisti, forse perché sono riusciti in un’impresa davvero incredibile: trasformare l’ossido di zinco in un convertitore elettrico di onde sonore, utilizzando durante le loro ricerche materiali piezoelettrici.

Tecnicamente, è stato creato con l’ossido di zinco un campo di nanofili tra due elettrodi. A quel punto gli scienziati hanno rilevato che questo campo, colpito da un rumore di 100 decibel, può generare un’energia pari a 50 millivolt.

Un estratto di “Sound-Driven Piezoelectric Nanowire-Based Nanogenerators”, lo studio condotto in primis da Young Jun Park, è consultabile anche on-line, ma per i meno esperti si può così banalmente sintetizzare: il rumore può essere convertito in energia elettrica. E questo lascia ben sperare.

Non possiamo ancora affermare di essere di fronte ad una nuova epoca della telefonia cellulare, ma pare che persino i decibel provenienti dalla voce umana – che non sono poi molti, una sessantina – potrebbero essere sfruttati. Come? Per ricaricare proprio il cellulare che stiamo usando nella nostra conversazione.

Anna Tita Gallo

 

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network