Menu

troppebollette 450x300Arrivano direttamente dal MiSE i dati sui risparmi in bolletta: il taglia bollette e altre misure hanno permesso risparmi per quasi 2,7 miliardi, di cui circa 1,7 miliardi a beneficio delle Pmi.

IL TAGLIA BOLLETTE – Il provvedimento, incluso nel decreto competitività, era destinato a tagliare gli oneri di sistema che gravano sulla bolletta elettrica e – dicono dal MiSE – ha già prodotto effetti. Imprese e famiglie nel 2015 spenderanno meno, quindi.

I DATI - Per le imprese il minore esborso sarà di 910 milioni, per le famiglie di 313 milioni. Le ulteriori misure varate – dicono ancora dal ministero - impatteranno positivamente per 771 milioni sulle aziende e per 694 milioni sui consumatori. Oltre che dal pacchetto a favore delle Pmi, i vantaggi saranno frutto di misure che influiscono su componenti regolate della bolletta e di interventi pro-concorrenza sul mercato elettrico.

COMBUSTIBILI E DISPACCIAMENTO – Sono queste le altre 2 variabili fondamentali: il calo dei prezzi dei combustibili impiegati per la produzione elettrica e la riduzione del costo del dispacciamento faranno diminuire gli importi in bolletta. L’AEEG stima che incideranno sulla spesa di una famiglia tipo (3 kW di potenza impegnata e consumi pari a 2700 kWh/anno) per circa il 3% nel primo trimestre.

La riduzione per le Pmi non energivore (a favore delle quali il governo si è mosso con il dl 91/2014) su base annua si stima attorno all’8-10% in media, con differenze tra impresa e impresa. Sulla base dei dati aggiornati sul numero di Pmi beneficiarie delle misure e sui relativi consumi di energia elettrica, indicati dall’AEEG, facendo riferimento ai soli interventi sulle componenti regolate delle tariffe già avviate all’inizio del 2015, le misure messe in camposi traducono in un risparmio medio di 740 euro su base annua per le 845.000 imprese in bassa tensione con potenza superiore a 16,5 kW e di circa 10.500 euro su base annua per le 100.000 imprese in media tensione non energivore.

Considerando che per le Pmi il costo dell’elettricità sia pari a quello definito dall’AEEG per l’applicazione delle agevolazioni alle imprese energivore, i risparmi corrispondono a una riduzione media percentuale del 8,5% per le imprese in bassa tensione e del 10% per le imprese in media tensione. Fin qui i dati comunicati dal ministero, che li sintetizza con una tabella.

tagliabollette

RINNOVABILI, INCENTIVI E BOLLETTE - Quando si parla di oneri in bolletta spesso si ricade in un discorso di vecchia data. Gli incentivi alle rinnovabili hanno generato negli anni oneri insostenibili in bolletta, gravando sulle tasche dei contribuenti? Con le nuove bollette online, teoricamente, tutte le voci di spesa dovrebbero essere chiare e trasparenti, per evitare dubbi e accuse ripetitive. In ogni caso, arriverà una nuova tornata di aiuti statali alle rinnovabili, che non andrà a gravare sulla famigerata componente A3.

Il sottosegretario De Vincenti, nei giorni scorsi, ha infatti risposto ad un’interrogazione parlamentare, in cui ha spiegato che l'attuale sistema incentivante è quello che risponde meglio all'esigenza di certezza preventiva dell'investimento. “In merito al prossimo raggiungimento del tetto di 5,8 miliardi di euro e al conseguente paventato stop agli investimenti, si conferma che il GSE ha aggiornato al 30 novembre 2014 il Contatore del «costo indicativo cumulato annuo degli incentivi», risultato pari a circa 5,390 miliardi di euro. In linea con quanto previsto dalla Strategia Energetica Nazionale e con gli scenari al 2030, il Ministero è orientato a confermare il sostegno al settore delle fonti rinnovabili e, in tal senso, sta già lavorando per dare continuità agli investimenti nel settore”, ha aggiunto.

Ma il fotovoltaico subirà un trattamento particolare. Dopo la batosta retroattiva dello spalma incentivi, ora il governo ritiene che l’energia solare non ha bisogno di incentivi ed è pronto a “camminare sulle proprie gambe”. Entro fine mese quindi dovrebbe arrivare un decreto ad hoc sugli incentivi, ma nessuna parte riguarderà il fotovoltaico.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Bolletta 2.0: dal 2015 anche online. Indicati gli oneri di sistema

Fotovoltaico, in vigore il decreto spalma incentivi. Cosa cambierà?

Incentivi rinnovabili: a febbraio il nuovo sistema, ma niente fotovoltaico

GreenBiz.it

Network