Menu

finlandiaPoter accumulare l'energia in eccesso prodotta dalle rinnovabili. Anche la Finlandia, che coltiva ambiziosi obiettivi in termini di riduzione delle emissioni inquinanti, sta cercando di accelerare i tempi per l'introduzione dei sistemi di accumulo.

Il VTT Technical Research Centre della Finlandia ha unito le forze con la Lappeenranta University of Technology e il Finland Futures Research Centre della University of Turku per lanciare un vasto progetto di sviluppo di un nuovo sistema energetico. Il progetto Energy neo-carbon punta sullo stoccaggio di energia solare ed eolica e ha appena ricevuto un finanziamento strategico importante da Tekes, agenzia finlandese per l'innovazione.

La riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e l'autosufficienza energetica stanno incrementando lo sviluppo della produzione di energia senza emissioni. La Germania ha finora guidato lo sviluppo di fotovoltaico ed eolica, ma questo slancio sembra essersi spostato oggi verso est, in Asia. Ma la possibilità di accumulare energia pulita potrebbe tracciare una nuova via, in grado di far tremare il nucleare e le fonti fossili.

Il budget totale del progetto è di 7 milioni di euro. Tekes ha concesso un finanziamento di 5 milioni di euro per il 2014-2016. Il progetto è suddiviso in tre parti: la ricerca sui sistemi energetici; lo sviluppo di sistemi energetici, e la valorizzazione delle competenze relative allo sviluppo delle tecnologie di stoccaggio dell'energia.

Per il commercio e l'industria finlandese, un nuovo sistema energetico e le tecnologie ad esso associate potrebbero fornire una significativa opportunità per avere successo nel mercato globale. Il progetto ENERGY NEO-CARBON potrebbe in primo luogo creare delle competenze che apriranno le porte alle imprese finlandesi nella R&S internazionale per la produzione di energia. L'obiettivo è quello di creare una base di competenza e potenziali aree di test, consentendo alla Finlandia di dimostrare il proprio valore nel settore delle rinnovabili.

Il fotovoltaico e l'eolico sono in grado di fornire importanti opportunità per creare nuovi posti di lavoro e prodotti di esportazione per la Finlandia. L'obiettivo del progetto è quello di sviluppare un sistema energetico basato sullo stoccaggio di energia”, spiega Pasi Vainikka, coordinatore del progetto e Principal Scientist di VTT.

Anche le famiglie saranno incluse in questo sistema energetico a emissioni zero. Questo tipo di produzione energetica sarà suddiviso in unità molto più piccole rispetto a oggi, anche con singole famiglie che diventerebbero fornitori di energia. Esse potrebbero ottenere l'eccesso di elettricità immagazzinata dai fornitori di servizi energetici o in alternativa vendere l'energia e ricomprarlo come carburante per le automobili, ad esempio.

In Finlandia lo hanno capito, in Germania anche, così come in California. E in Italia? Siamo fermi al palo, mentre il governo ha scelto di affossare l'autoconsumo con il cosiddetto spalma incentivi.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Sistemi di accumulo: Italia ferma al palo senza provvedimenti regolatori ed attuativi

Sistemi di accumulo: la rivoluzione energetica che sta cambiando California e Germania

Fotovoltaico, sistemi di accumulo: boom in Germania grazie agli incentivi

Cambiamenti climatici: emissioni ridotte dell'80% al 2050 in Finlandia

Google alimenterà il data center finlandese con energia eolica

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network