Menu

biofach 2014 dati biologicoIl biologico è in forte crescita, in Italia e in tutto il mondo, per fatturato, superfici e numero di produttori. In occasione di Biofach 2014, Ifoam, la Federazione internazionale dei movimenti dell’agricoltura biologica, ha reso noti i nuovi dati in proposito. Nel mondo oltre 1,9 milioni di agricoltori coltivano secondo il metodo biologico oltre 37 milioni di ettari di terreno.

I dati sul biologico vengono presentati quest’anno al Biofach per la quattordicesima volta consecutiva e sono stati raccolti all’interno del volume “The World of Organi Agriculture Woeldwide”. Il mercato globale del biologico ha raggiunto i 62,9 miliardi di dollari, con una crescita di 4 miliardi rispetto all’anno precedente. Ifoam ha registrato la nascita di oltre 200 mila nuovi agricoltori bio, una buona notizia per l’ambiente e per lo sviluppo sociale ed economico dell’economia rurale.

I risultati dell’ultima indagine di Ifoam mostrano una crescita continua per il biologico, a livello internazionale. Il mercato europeo è guidato dalla Germania, con un giro d’affari di 6,6 miliardi di euro, seguita dalla Francia, con 3,8 miliardi di euro. I Paesi con la maggiore spesa pro capite per il bio sono Svizzera e Danimarca, con oltre 160 euro all’anno.

A livello internazionale, l’80% delle aziende agricole che praticano l’agricoltura biologica, su un totale di 1,8 milioni, si trovano nei Paesi in via di sviluppo, con l’India al primo posto, seguita dall’Uganda, dal Messico e dalla Tanzania. La crescita maggiore, per quanto riguarda i terreni coltivati dagli agricoltori bio, riguarda l’Asia, con un incremento pari a 0,9 milioni di ettari. La crescita maggiore è stata registrata in Cina, India e Spagna.

Un terzo dei terreni bio si trova in Oceania (33%), seguita dall’Europa (29%) e dall’America Latina (18%). L’Australia presenta l’area coltivata più vasta, per un totale di 12 milioni di ettari, seguita dall’Argentina (3,8) milioni, e dagli Stati Uniti (1,8 milioni).

In sintesi, i dati più salienti del biologico nel mondo:

1) Fatturato mondiale di 62,9 miliardi di dollari, in crescita del 27% dal 2008 al 2012.

2) 37,5 milioni di ettari coltivati con metodo biologico in tutto il mondo.

3) 1,92 milioni di produttori.

Ccpb e Consorzio il Biologico, presenti al Biofach 2014, sono intervenuti a commento dei presenti dati, con enfasi sulla situazione italiana: “L’Italia nel bio gioca un ruolo da protagonista” - ha dichiarato Fabrizio Piva di Ccpb, commentando i dati Ifoam - “il nostro Paese è il primo in assoluto per esportazioni con 1,2 miliardi di euro l’anno. Questo significa che il biologico made in Italy lavora bene ed è apprezzato e che mantiene la sua secolare tradizione enogastronomia anche nel biologico”. L’Italia è uno dei pochi grandi Paesi dove le superfici coltivate bio aumentano. “Questa è la direzione per il futuro” - ha aggiunto Lino Nori, presidente Consorzio Il Biologico - “continuare lo sviluppo sul mercato internazionale e accrescere le produzioni in Italia”.

I dati mostrano che, nei Paesi dove l’agricoltura biologica è ben consolidata, il mercato risulta in costante espansione. La dimostrazione principale in questo senso riguarda l’Europa, che risulta una delle aree più attive nel supporto agli agricoltori, attraverso pagamenti diretti, servizi di consulenza e informazione, ricerche di mercato e misure per lo sviluppo.

Marta Albè

Leggi anche:

Biofach 2014: le 5 novita’ da non perdere alla fiera mondiale del biologico

GreenBiz.it

Network