Menu

OrganicVendingBank 1 copy

I prodotti biologici arrivano nei distributori automatici. È nata una partnership tra il Gruppo Argenta e NaturaSì. Si apre così un ulteriore canale per la vendita dei prodotto certificati.

L'idea va a colmare le esigenze dei consumatori del giorno d'oggi, sempre più attenti alla qualità del cibo e agli ingredienti dei prodotti alimentari anche quando si tratta di acquistare uno snack o una bevanda al distributore automatico.

I prodotti biologici stanno per sbarcare nei distributori automatici presenti sui luoghi di lavoro. Così la classica pausa caffè diventerà una pausa bio. Si tratta della prima iniziativa italiana in questo senso e la partnership tra il Gruppo Argenta, leader nel settore del vending, e NaturaSì, la maggiore catena di negozi bio in Italia, è nata in esclusiva.

Si tratta di proporre i prodotti biologici ai consumatori attraverso un nuovo canale facilmente fruibile che potrà essere a portata di mano grazie ai distributori automatici nei luoghi di lavoro e nei luoghi pubblici.

Le due aziende si uniscono per offrire ai consumatori la possibilità di gustare prodotti biologici certificati e sicuri in qualsiasi momento della giornata. NaturaSì per la diffusione della nuova modalità di distribuzione dei prodotti bio punta sui temi su cui conta da sempre, a partire dal rispetto della terra e del territorio. La novità viene presentata a Expo 2015 all'interno del Padiglione della Biodiversità.

NaturaSì presenta i propri prodotti biologici come certificati e garantiti dagli Organismi di Controllo riconosciuti dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (o dalla UE, se sono esteri). La sicurezza dell'offerta risulta altresì da una selezione attenta, che prevede ulteriori controlli da parte di NaturaSì sui fornitori, sui processi e sui prodotti stessi.

distributori automatici prodotti biologici naturasi

Infine, l'offerta dei nuovi distributori Argenta&NaturaSì non comprende soltanto i comuni prodotti biologici confezionati ma anche prodotti dedicati a chi ha intolleranze alimentari, come snack senza glutine, senza uovo e senza derivati del latte, per ampliare la propria clientela verso persone che soffrono di celiachia e intolleranze, vegetariani e vegani. Non resta che attendere per comprendere se la novità verrà ben accolta dai consumatori.

Marta Albè

Fonte foto: naturasi.it

Photo Credit cover

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network