Menu

kroger organicNegli Usa le vendite di prodotti bio stanno per toccare un nuovo record. Il marchio bio Simple Truth della catena di supermercati Kroger sta per raggiungere vendite per il totale di 1 miliardo nel solo 2014.

La catena di negozi di alimentari Kroger ha deciso di espandere la propria offerta di marchi bio e naturali due anni fa ed ha così toccato una crescita fenomenale per oltre 35 mila referenze. Si tratta di un’area che cattura ormai un ampio interesse da parte dei consumatori, come ha ribadito Michael Ellis, presidente di Kroger.

Ora i prodotti biologici arrivano a toccare l’1% delle rendite della società con sede a Cincinnati e la crescita nel corso degli ultimi anni è stata evidente. Kroger possiede più di 2600 negozi in 34 Stati. Ogni anno l’azienda aggiunge circa 6000 nuove referenze al proprio marchi bio, ampliando la linea Organic Truth fino a coprire il più possibile le richieste dei consumatori in risposta ad una domanda sempre in crescita per i prodotti certificati e naturali.

L’arricchimento della gamma bio ha portato ad un calo dei prezzi in diverse categorie, che riguardano soprattutto pane, prodotti a base di cereali e latticini. Il biologico negli Stati Uniti non è più predominio dei negozi specializzati e dei punti vendita di nicchia, così come i consumatori che lo scelgono non sono necessariamente ricchi o attenti alle mode.

A parere dei responsabili di Kroger, il biologico è ormai ovunque, soprattutto grazie alla sua diffusone nei supermercati. Secondo le analisi aziendali, i consumatori nei supermercati Kroger acquistano sia prodotti bio che convenzionali, ma sono sempre più attenti al naturale. Inoltre il biologico, soprattutto per quanto riguarda l’agroalimentare, sta diventando una categoria sempre più competitiva dal punto di vista merceologico e delle vendite.

I margini di guadagno ora sono in crescita, ma non è possibile prevedere fino a quando durerà il trend positivo. Infine, il biologico Usa è sempre più aperto alle novità. Kroger sta per introdurre il vino bio tra i propri scaffali, che arriverà durante l’autunno.

Con la speranza che il vino bio diventi un nuovo prodotto di punta (o almeno, lo affermano i responsabili di Kroger, con un pizzico di incredulità, dato che forse non avrebbero mai ritenuto possibile uno sviluppo così rapido del bio nella grande distribuzione).

Marta Albè

Leggi anche:

Biologico: vendite in crescita e prezzi piu’ bassi negli Usa

Rapporto Sinab: biologico in crescita, una certezza per l'economia italiana

Biologico low cost: Walmart abbassa i prezzi negli Usa. E in Italia?

Biologico: la vera sfida È rendere i prodotti piu’ convenienti

GreenBiz.it

Network