Menu

biologico consumatoriI consumatori sono sempre più alla ricerca delle versioni bio dei loro prodotti convenzionali preferiti, dai semi alle spezie, dalle salse ai piatti più comuni da gustare ogni giono. Lo dicono gli esperti di marketing, proprio a pochi giorni dall'apertura, qui in Italia, del Sana 2014, la più importante manifestazione fieristica in Italia per l'alimentazione biologica certificata.

Hamish Renton, esperto di marketing alimentare, e Tasneem Backhouse, direttore vendite e marketing presso EHL Ingredients, hanno dichiarato a Food Navigator che il settore sta vivendo un vero e proprio boom, dopo un calo di quattro anni, e hanno suggerito che ci sono opportunità per i produttori di aggiungere linee di prodotti bio alla propria offerta tradizionale.

Secondo Renton, infatti, "il settore ha visto un aumento del 2,8% delle vendite nel 2014 ed ora ha un valore di 1,7 miliardi di sterline. I driver principali alla base del fenomeno includono gli alimenti per l'infanzia, dove i prodotti bio rappresentano oltre la metà delle vendite al dettaglio".

A motivare i consumatori nella scelta bio è soprattutto la riduzione dei
residui di sostanze chimiche nocive. Molti dei consumatori che compiono
scelte consapevoli hanno un età inferiore ai 34 anni. Secondo gli esperti è in crescita anche un altro trend che riguarda la ristorazione e il catering bio.

Al giorno d'oggi i consumatori più esigenti volgiono alternative bio ai prodotti convenzinali che hanno sempre acquistato abitualmente. Le aziende dunque devono saper creare piatti a base di ingredienti bio e naturali che ricalchino il più possibile le caratteristiche di gusto e praticità dei corrispettivi tradizionali.

Si prevede una crescita dell'impiego di semi bio, ad esempio in snack, prodotti da forno e barrette energetiche, ma anche cereali per la colazione e contorni, come le insalate. I benefici per la salute dei semi bio sono stati ampiamente divulgati dai media e ora, aparere di Backhouse, le aziende possono partire proprio da questi ingredienti per arricchire i propri prodotti.

Da non sottovalutare è la produzione di erbe aromatiche e spezie bio, sempre più richieste. In termini di trend emergenti si prevede che negli Usa e altrove crescerà sopratttutto la domanda per spezie piccanti e mix di spezie per preparare piatti indiani come il curry e piatti messicani. Le aziende bio che sapranno prevedere e accontentare le richieste dei consumatori potranno dunque contare su nuovi prodotti da proporre e su un ampliamento della propria gamma bio.

Marta Albè

Leggi anche:

Biologico: perchÈ gli Italiani lo preferiscono al cibo convenzionale?

GreenBiz.it

Network