Menu

agricoltura biologica india villaggiIn India, nello Stato di Tamil Nadu, presto nasceranno 5 villaggi sostenibili per promuovere l'agricoltura biologica. Lo ha appena annunciato il Governo, che prospetta la nascita dei villaggi modello nei distretti di Vellore, Erode, Dharmapuri, Tiruvannamalai e Krishnagiri.
È prevista inoltre la realizzazione di numerosi ecovillaggi nel corso del tempo, con l'obiettivo di rafforzare la lotta all'uso smodato di pesticidi. L'annuncio è arrivato sull'onda della preoccupazione per il deterioramento del contenuto organico dei suoli.
La causa del fenomeno potrebbe risiedere proprio nell'utilizzo eccessivo di pesticidi e fertilizanti sintetici in agricoltura, che rischiano di compromettere il delicato equilibrio naturale dei suoli e il loro contenuto di sostanze nutritive fondamentali per le piante.
Il progetto verrà condotto sotto la guida del Centre's National Mission for Sustianable Agriculture, per fare in modo che i cinque villaggi prescelti aderiscano ad una politica che rinunci all'impiego sia di insetticidi che di pesticidi, per promuovere l'agricoltura biologica.
Sulla base di questo esperimento pilota, in seguito il numero di villaggi salirà e potrebbe arrivare a 150. Di sicuro si tratta di una grande sfida per l'India, dove molto agricoltori hanno scoperto che l'agricoltura biologica può garantire raccolti più ricchi rispetto alla media e dunque guadagni maggiori.
Il ministro Jayalalithaa Jayaram ha inoltre annunciato che presso il Dipartimento di Agricoltura Biologica dell'Università di Tamil Nadu avverranno la produzione e la sperimentazione di nuovi fertilizzanti biologici per sostituire i prodotti inquinanti. I laboratori di controllo di Tamil Nadu di recente hanno testato 17500 campioni di fertilizzanti e hanno riscontrato irregolarità in 635 degli stessi. Sono state dunque avviate delle azioni legali contro i presunti colpevoli.
Marta Albè
Leggi anche:

GreenBiz.it

Network