Menu

biologico ukIl biologico è di nuovo in crescita in UK dopo anni di declino. Mentre in Italia il bio è in positivo da tempo, e ha resistito alla crisi, nel Regno Unito le vendite avevano subito di recente un vero e proprio calo. Ora la situazione sembra migliorare. La richiesta di prodotti bio e le vendite sono in risalita.

Le vendite di bevande e di alimenti biologici sono infatti cresciute del 2,8% nel corso dell’ultimo anno. Si tratta della conseguenza diretta della diffusione di nuovi punti vendita e e-shop dedicati ai prodotti naturali. Il mercato del biologico aveva registrato un valore di 1,74 miliardi di sterline nel 2012, per salire a 1,79 miliardi nel 2013.

Si tratta di quanto emerso dal 2014 Organic Market Report della Soil Association, che si occupa di rappresentare gli agricoltori bio e di certificare i prodotti. Alcuni segnali lasciano prevede che il trend positivo proseguirà nel corso del 2014. Nel solo mese di gennaio di quest’anno, infatti, le vendite sono salite del 2,5%, superando i risultati globali del comparto alimentare.

Nel Regno Unito le vendite di prodotti bio avevano subito un forte calo a causa della crisi economica, soprattutto per via del desiderio dei consumatori di risparmiare sulla spesa quotidiana. Avevano raggiunto i maggiori risultati nel 2008, poco prima dell’inizio della recessione, con un valore totale di 2,1 miliardi di sterline.

La crescita - seppure lieve - registrata per il 2013 lascia ben sperare per quanto riguarda una risalita del mercato dei prodotti certificati. I rivenditori indipendenti, che si sono dedicati alla vendita dei prodotti biologici, hanno registrato una crescita pari a poco meno del 7%. Le vendite online hanno proseguito con forza la propria scalata.

Sainsbury’s, il maggiore rivenditore al dettaglio del Regno Unito, ha registrato un incremento del 7% dei prodotti bio commercializzati con il proprio marchio. Al secondo posto troviamo Waitrose, con un +6,5%. Secondo Rob Sexton, CEO della Soil Association Certification, assistere ad una vera e propria ripresa per il biologico, mentre le vendite dei comuni prodotti alimentari rallentano, è un segno dell’enorme potenziale che il settore può racchiudere. Anche Tesco, la più grande catena della Gdo nel Regno Unito, ha confermato la crescita delle vendite: +60% per le banane bio, +20% per meloni e mele Pink Lady, +10% per uva e limoni.

Marta Albè

Leggi anche: Biofach 2014: tutti i numeri del biologico nel mondo

GreenBiz.it

Network