Menu

amburgo rifiuti

La città di Amburgo ha deciso di dare il via ad una vera e propria rivoluzione ecologica. L’amministrazione comunale della principale città portuale della Germania ha messo a punto un piano per rinunciare ad acqua in bottiglia, capsule del caffè, piatti e posate usa-e-getta con l'obiettivo di ridurre i rifiuti.

Il cambiamento partirà proprio dalle sedi dell’amministrazione comunale dove, oltre a ridurre i rifiuti, si procederà ad effettuare le pulizie soltanto con detergenti senza cloro. Sono solo alcune delle nuove norme entrate in vigore nella città di Amburgo a partire da fine gennaio 2016, come riporta Le Monde.

Amburgo vuole diventare una città modello per la Germania nella gestione dei rifiuti. La città ha dunque adottato una guida senza precedenti sull’argomento, che raccoglie 150 pagine dedicate agli standard ambientali che dovranno essere adottati da tutte le realtà che offrono dei servizi in città.

La guida comprende regole da seguire e raccomandazioni per l’acquisto di attrezzature, per i sistemi interni ed esterni di illuminazione, per i dispositivi informatici negli uffici e non solo. Ad esempio, raccomanda di mettere a disposizione dei dipendenti delle flotte di bici o degli abbonamenti per il trasporto pubblico in sostituzione delle auto.

Inoltre tutti i cittadini sono invitati a valutare sempre con attenzione se l’acquisto di un bene o di un servizio può essere evitato e a prendere in considerazione sia il suo costo che l’impatto ambientale lungo tutto il ciclo di vita.

La guida contiene una lista di prodotti da evitare in tutte le case per ridurre i rifiuti e l’inquinamento: capsule del caffè, acqua e altre bevande in bottiglia, piatti, bicchieri e posate di plastica monouso e deodoranti per ambienti.

Ad Amburgo i cittadini non hanno bisogno di acquistare acqua in bottiglia dato che hanno a loro disposizione numerose fontane di acqua refrigerata con cui riempire brocche, borracce e bottiglie di vetro riutilizzabili.

La lista dei prodotti raccomandati e sconsigliati è destinata ad allungarsi nel tempo. Le raccomandazioni attuali sono già ecologiche ma l’obiettivo è di ampliare le indicazioni rivolte soprattutto al settore produttivo e alle condizioni di fabbricazione.

Amburgo, con 1,8 milioni di abitanti, è la seconda città più popolata della Germania, dopo Berlino, ma è anche la città più ricca del Paese. Può dunque destinare una parte del denaro a disposizione per migliorare la qualità della vita dei cittadini e l’attenzione all’ambiente.

 

Marta Albè

Leggi anche:

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network