Menu

Puzzle-PiecesQualsiasi azienda decida di investire il suo tempo e le sue energie per iniziare una strategia di comunicazione su Internet - in particolare con l'utilizzo dei social network - dovrà porsi in via preliminare tre domande che l'aiuteranno a non sbagliare.

E' fondamentale che le tre domande in questione siano poste esattamente nel seguente ordine perchè altrimenti la loro efficacia sarebbe vana.

1) Perchè ho bisogno di comunicare?

Prima di intraprendere qualsiasi attività su Facebook, sul proprio sito aziendale oppure anche solo tramite newsletter, è necessario capire i motivi che ci spingono ad intraprendere tale azione. Qual è lo scopo della nostra comunicazione? Abbiamo intenzione di incrementare le vendite, promuovere un evento, avere più contatti, migliorare l'immagine aziendale? Spesso le aziende iniziano la propria attività di comunicazione online senza avere uno scopo ben preciso: qualcuno gli dice di aprire un account su Facebook e loro lo fanno ma senza capirne effettivamente vantaggi e svantaggi.

Se la tua azienda ha più di un dipendente, è vivamente consigliabile di sedersi tutti intorno ad una scrivania e mettere nero su bianco le motivazione che spingerebbero il singolo individuo a creare la presenza aziendale su internet. Per ogni diverso "perchè", poi, andrebbero motivate le risposte. E' importante che le motivazioni siano condivise da tutta la squadra.

2) A chi sto cercando di comunicare?

Sembra una domanda dalla risposta facile ma non lo è. Si vuole comunicare a tutti, giusto? Sbagliato! E' necessario bene identificare i gruppi di persone (o target di riferimento) ai quali ci si vuole rivolgere quando si utilizza Facebook, Twitter o si invia una mail. Sostanzialmente un pubblico aziendale può essere così suddiviso: clienti effettivi, persone che conoscono la nostra azienda e vogliono più informazioni, persone che non conoscono la nostra azienda ma possono essere interessate lo stesso ad avere più informazioni. Una volta suddiviso il nostro pubblico in queste tre categorie, vanno suddivise per ordine di importanza. L'ordine di importanza è fondamentale perchè serve a stabilire le priorità e su quali pubblici concentrare tempo ed energie. Comprendere questo ci aiuterà a comunicare meglio e in maniera più efficace.

3) In che modo e con quale mezzo voglio comunicare?

Ora che abbiamo capito perché si sta comunicando e con chi si sta comunicando, è possibile determinare in che modo è possibile comunicare. Il primo passo è quello di prendere ogni gruppo prima identificato ed elencare le strategie e i relativi mezzi di comunicazione che si intendono usare. Infine, tali strategie vanno suddivise per ordine di importanza.

Ad ogni diverso mezzo dovrà corrispondere una diversa tecnica di comunicazione che sia in linea sia con la tipologia di destinatario che con i contenuti da comunicare.

La vera difficoltà consiste nel trovare un equilibrio fra la nostra necessità di comunicare e l'esigenza di non inondare i nostri pubblici con informazioni ridondanti. Cerchiamo di comunicare solo le notizie veramente importanti tralasciando tutto ciò che per il nostro pubblico non è di rilevanza fondamentale.

Qual è il prossimo passo? Ora che avete risposto a queste tre domande e avete metabolizzato le informazioni contenute nelle risposte, siete in grado di formulare la vostra strategia di comunicazione.

La strategia di comunicazione che dovete porre in essere dovrà:

- avere un senso

- essere in linea con le vostre esigenze.

Il vostro compito sarà, ora, quello di decidere come utilizzare i diversi mezzi a vostra disposizione e quale messaggio realizzare per ogni singolo gruppo. Senza perdere mai di vista il vostro perchè!

Alessia Giammarinaro

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network